Sommario

1049 (1/8 maggio 2014)

Il presidente che tutti vorrebbero

Ha ridotto disoccupazione e povertà. Ha legalizzato aborto e marijuana. La politica secondo Pepe Mujica, l’ex guerrigliero che guida l’Uruguay

1049 (1/8 maggio 2014)

Ucraina

Chi sparerà per primo

Dopo il fallimento dell’accordo di pace di Ginevra, le tensioni che da settimane covano nell’est del paese rischiano di sfociare in una guerra. L’analisi di Tim Judah

Editoriali

L’Egitto sempre più autoritario

La Vanguardia

pubblicità

Smile

Un accordo sulla pelle dei lavoratori della Silicon valley. Leggi

Viaggi

Il safari a basso costo

In Sudafrica per visitare il Kruger national park. Guidando un’utilitaria, dormendo in tenda e passando a pochi centimetri dai leoni

Pop

Perché non sono come noi?

Di Chimamanda Ngozi Adichie

pubblicità

Cultura

La metropoli in bancarotta

Detroit è diventata un simbolo del fallimento del sogno americano. Ma è anche una città tutta da reinventare

Africa e Medio Oriente

L’eredità di Abu Mazen

Dopo il fallimento del processo di pace, il presidente palestinese ha concluso un accordo con Hamas. Perché non vuole essere ricordato per aver fatto terra bruciata intorno a sé

Scienza

Pianeta noia

Per simulare una missione su Marte, una giornalista ha passato cinque mesi in isolamento. E ha scoperto che la noia può rendere apatici. O incoraggiare nuove avventure

Svezia

Neonazisti di Scandinavia

Sono contrari alla società multiculturale. Sognano un mondo senza immigrati. E vanno in Ucraina a sostenere i gruppi neofascisti. In Danimarca e in Svezia i militanti dell’estrema destra violenta sono sempre più forti e agguerriti

Editoriali

L’Europa delle donne

Helsingin Sanomat

pubblicità

Asia e Pacifico

Narendra Modi e l’ideale di autenticità

Negli ultimi anni in Asia hanno vinto le elezioni i difensori delle culture locali. Accade anche in India, dove il leader nazionalista indù promette sviluppo senza il sacrificio dell’identità

27.800

Le nuove domande di asilo registrate in Italia nel 2013 sono state 27.800. Leggi

Scienza e tecnologia

Concorrenza sleale

Una riforma proposta dal governo statunitense rischia di cambiare per sempre la rete e il commercio online, favorendo le aziende più ricche a scapito delle startup

Ponte beat

Francesco Cerchiaro, Liam Finn, Fratelli di Soledad Leggi

Graphic journalism

Gangnam style

Di Chappatte

pubblicità

Opinioni

Elezioni europee più importanti che mai

Economia e lavoro

Cambio di strategia per i gruppi farmaceutici

Dalla Novartis alla Glaxo e alla Pfizer, nel settore farmaceutico non contano più le dimensioni. Le aziende cercano di specializzarsi e puntano sui mercati emergenti

Un giudice da rimpiangere

Giorgio Fontana, Morte di un uomo felice Leggi

Il computer creativo

Parole, carta, gessetti, matite e pennarelli colorati sono stati e sono mezzi tradizionali con cui bambini e bambine imparano a mettere alla prova e sviluppare la loro capacità di inventare, la loro creatività. Leggi

Hemingway non basta

Volete scrivere come Ernest Hemingway? C’è un sito per farlo. Leggi

pubblicità

Opinioni

L’impossibilità di fare il bene

Portfolio

Effetto domino

La guerra in Siria ha alimentato le violenze religiose nel vicino Libano. Le vittime sono più di quattrocento. Il reportage di Lorenzo Meloni

Americhe

La lobby delle armi sul piede di guerra

Grazie al sostegno di politici e grandi gruppi industriali, l’Nra continua a guadagnare terreno. Lo stato della Georgia ha appena approvato una delle leggi più permissive degli Stati Uniti

Scienza e tecnologia

La biologia non giustifica i giocattoli di genere

La distinzione tra giochi per maschi e giochi per femmine è sempre più marcata ma non ha nessun fondamento scientifico, sostiene la psicologa Cordelia Fine

Opinioni

Le perversioni delle banche

Opinioni

Consigli per gli acquisti

Ritratti

Hua Xinmin

Ha dedicato la vita alla salvaguardia degli hutong, i caratteristici vicoli che si trovano ancora in alcune zone di Pechino. Si è scontrata con l’arroganza delle istituzioni, ma ha vinto la sua battaglia

In copertina

La ricetta di Pepe Mujica

L’ex guerrigliero José “Pepe” Mujica governa l’Uruguay dal 2009. Durante la sua presidenza il paese ha legalizzato l’aborto e i matrimoni gay, e la povertà e la disoccupazione sono diminuite. Juan José Millás l’ha incontrato a Montevideo

Guinea

Ebola colpisce la capitale

Mamadou è stato uno dei primi abitanti di Conakry contagiati dal virus ebola. È riuscito a guarire, ma altri 141 guineani sono morti. E l’epidemia non è ancora sotto controllo

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.