Sommario

1071 (3/9 ottobre 2014)

Il porto dei migranti

Riceve le telefonate dai barconi alla deriva nel Mediterraneo e finora ha salvato cinquemila persone. A un anno dal naufragio di Lampedusa, il New Yorker racconta chi è il prete eritreo Mussie Zerai

1071 (3/9 ottobre 2014)

Urlare

Il 3 ottobre non dev’essere un giorno in cui si sta in silenzio. Leggi

In copertina

Il porto dei migranti

Nel naufragio di un anno fa al largo di Lampedusa sono morti in 366. Come migliaia di altre persone che arrivano in Italia dal mare, i sopravvissuti si sono rivolti a Mussie Zerai, un prete eritreo che aiuta i migranti in difficoltà

pubblicità

Attualità

Hong Kong sfida Pechino

Migliaia di persone hanno occupato vaste zone dell’ex colonia britannica. Vogliono elezioni libere e non intendono andarsene a mani vuote

Visti dagli altri

Il sogno europeo delle ucraine

Le storie delle donne che negli ultimi quindici anni sono emigrate in Italia e che oggi seguono con preoccupazione quello che succede a Kiev

Panama

Il paradiso non c’è più

Si chiamano zonians e sono gli statunitensi che hanno abitato a Panamá, nella Zona del canale, per tutto il novecento. Vivendo tra lussi e comodità, con la protezione di Washington

pubblicità

Economia

Un mondo di stagisti

Gli stage sono molto diffusi nelle aziende e nella pubblica amministrazione e sono il primo passo per cominciare una carriera. Ma spesso non hanno tutele e favoriscono chi è ricco e ha buoni contatti

Scienza

Troppo piccoli per ricordare

La maggior parte degli adulti non ha memoria dei primi quattro anni di vita. Il cervello dei bambini, infatti, non è ancora in grado di fissare i ricordi. Ma conserva comunque una traccia di quel periodo

Portfolio

Paese nero, città rossa

Il fotografo Jens Olof Lasthein ha documentato la vita quotidiana a Charleroi, in Belgio. Tra vecchie fabbriche e miniere, scrive Christian Caujolle

Ritratti

Cole Yew

Gestisce uno dei locali più noti della scena underground di Penang. Deve combattere con le divisioni etniche e le campagne delle autorità islamiche contro la “musica del diavolo”

Viaggi

Tra vulcani e gorilla

Dopo vent’anni di conflitto, la Repubblica Democratica del Congo si apre al turismo. Alla scoperta del parco nazionale Virunga

pubblicità

Graphic journalism

Cartoline dal Messico

Di François Olislaeger

Pop

Ora è solo una questione di accelerazione

Di Binyavanga Wainaina

Cultura

L’età dell’oro dei teleromanzi

Storie complesse da seguire al ritmo che decide il pubblico. Per molti le serie tv sono una nuova forma di letteratura

Africa e Medio Oriente

La prova più difficile per il Medio Oriente

Da una parte la violenza dei jihadisti dello Stato islamico, dall’altra le bombe della coalizione internazionale. La maggior parte degli arabi soffre in silenzio, scrive Elias Khoury

Europa

La Bulgaria alle urne dopo due anni di lotte

Il 5 ottobre il paese andrà al voto per la seconda volta in 18 mesi. Il favorito è l’ex premier Bojko Borisov, a dimostrazione che le mobilitazioni non hanno prodotto grandi cambiamenti

pubblicità

Americhe

Il Brasile alla vigilia del voto

Dilma Rousseff, in corsa per un secondo mandato, è la candidata favorita alle presidenziali del 5 ottobre. Ma forse andrà al ballottaggio con la socialista Marina Silva

Tecnologia

Il motore del pregiudizio

Google prova a combattere il maschilismo che domina il mondo della tecnologia. Anche tra i suoi dipendenti

Economia e lavoro

Alleanza commerciale tra Ottawa e Bruxelles

L’Unione europea e il Canada hanno siglato un trattato di libero scambio che promette grandi vantaggi per tutti. Ma ci sono proteste sulle norme che proteggono gli investitori

Africa

Il prezzo della salute

Le Monde

Editoriali

Il futuro dell’Afghanistan

The News

pubblicità

Opinioni

La corruzione della Fifa danneggia tutti

Opinioni

La vita delle donne non è un romanzo rosa

Matrimonio a tempo

Sto divorziando da mio marito e ti chiedo: perché mi sembra che la legge invece di aiutarci ci renda le cose ancora più difficili? Leggi

Lo stato che non c’è

L’agenzia di stampa France-Presse ha deciso di non usare più il nome “Stato islamico”. Leggi

Umanità stravolta

Nicola Lagioia, La ferocia Leggi

Da Giacobbe ai giacobini

Gershom Scholem, Le tre vite di Mose Dobrushka Leggi

Soundsourcing

Imogen Heap, Ólöf Arnalds, Raury Leggi

Opinioni

16

Nuovi clerici vagantes

Coma vigile: così è stato definito lo stato della ricerca scientifica nei paesi dell’Europa meridionale. Leggi