Industria alimentare

Il modello di produzione del cibo necessario a sfamare i miliardi di persone sulla terra non è più sostenibile. E mentre le risorse scarseggiano e paesi molto popopolosi come la Cina hanno cambiato abitudini alimentari, il cibo è diventato il nuovo terreno di conquista degli speculatori di tutto il mondo.
 

L’Amazzonia brucia anche per produrre la carne che mangiamo

Gli allevamenti intensivi hanno bisogno di terre su cui si producano mais e soia, essenziali per i mangimi animali. Nel tempo il Brasile è diventato un protagonista imprescindibile di questo sistema. Leggi

La produzione forzata delle nocciole in Italia

La Ferrero sta investendo molto nel territorio tra Umbria, Lazio e Toscana. Ma le sue scelte non convincono gli agricoltori locali. Leggi

pubblicità
Il gusto amaro delle nocciole

La Ferrero è diventata un colosso mondiale. Ma la sua crescita solleva dubbi sulla sostenibilità ambientale e sul rispetto dei diritti dei lavoratori. Leggi

Una notte in un allevamento intensivo di polli

In Italia nel 2018 ne sono stati macellati più di cinquecento milioni. Costano poco, ma il vero prezzo lo pagano gli animali e gli operai che lavorano nelle aziende. Leggi

Un altro modo di fare la spesa è possibile

Esperienze di consumo responsabile, gruppi di acquisto solidale ed empori alternativi si diffondono in tutta Italia e sfidano i supermercati dei grandi gruppi. Leggi

pubblicità
Le aste dei discount svalutano il latte dei pastori sardi

Mentre i lavoratori buttavano il latte, una grande azienda lanciava un’asta per assicurarsi diecimila quintali di pecorino al minor prezzo possibile. Poi ha fatto marcia indietro. Leggi

La lotta dei pastori sardi si combatte nei supermercati

Oggi i supermercati hanno l’opportunità di raccontare la filiera, mostrare chi produce ciò che troviamo sullo scaffale, restituire identità al cibo. Leggi

La rivolta del latte in Sardegna

I pastori sardi protestano da una settimana contro il calo del prezzo del latte. E minacciano di bloccare le elezioni regionali, previste il 24 febbraio. Leggi

Il prezzo occulto del cibo a basso costo

Quando compriamo un prodotto come le zucchine o i ravanelli a pochi euro stiamo contribuendo a un sistema fatto di sussidi di disoccupazione illeciti, finti braccianti, controlli aggirati. Leggi

La soia alla conquista del mondo

È il mangime più usato negli allevamenti e sta rivoluzionando il business alimentare globale. Il documentario Soyalism di Enrico Parenti e Stefano Liberti. Leggi

pubblicità
A chi fa gola il mercato vegano in Italia

Secondo uno studio vale 850 milioni di euro, e alcune grandi aziende stanno provando ad approfittarne spacciando per vegani prodotti che non lo sono. Leggi

La morte dei braccianti riguarda tutti noi consumatori

Il doppio incidente nel foggiano, che ha visto la morte di sedici lavoratori in tre giorni, fa risalire agli onori delle cronache il tema del lavoro in agricoltura. Ma anche sul costo reale del cibo a basso prezzo. Leggi

I discount mettono all’asta l’agricoltura italiana

L’Eurospin ha organizzato un’asta online per comprare 20 milioni di bottiglie di passata di pomodoro. Ha vinto chi ha offerto il prezzo più basso. Hanno perso sia i consumatori sia i lavoratori. Leggi

L’invasione delle calorie

Il calcolo delle calorie è uno dei grandi temi della nostra epoca. Eppure cent’anni fa nessuno ne aveva mai sentito parlare. Leggi

Chi paga il conto per le banane equosolidali

Un terzo delle banane del circuito fair trade consumate in Italia arriva dalla Repubblica Dominicana, dove i lavoratori sono pagati cinque dollari al giorno. Leggi

pubblicità
Storia del concentrato di pomodoro prodotto in Cina e venduto come italiano

Lo Xinjiang, in Cina, è tappezzato di terreni dove si coltiva uno degli ortaggi più consumati al mondo: il pomodoro. Una produzione destinata non al consumo interno, ma all’esportazione. Dopo opportuna rilavorazione, finirà nel ketchup della Heinz, o in concentrati e sughi pronti prodotti da marchi italiani. Leggi

Con le aste online i supermercati rovinano gli agricoltori

“È come giocare alla slot machine”. Seduto di fronte al suo computer, Francesco Franzese batte freneticamente sui tasti simulando il gioco al quale si è trovato a partecipare suo malgrado. Trentasette anni, amministratore delegato del gruppo che produce i pelati e la passata La Fiammante, ha il dente avvelenato contro una prassi che si sta sempre più affermando tra gli operatori della grande distribuzione organizzata (gdo): quella delle aste online al doppio ribasso. Leggi

Come il supermercato è diventato un’industria

La marca del distributore, ovvero il prodotto con il logo del supermercato, è in crescita inarrestabile. Da un alto permette prezzi di vendita più bassi, dall’altro rischia di creare un’omologazione verso il basso, alle lunghe dannosa per l’agricoltura, l’industria e per gli stessi consumatori. Leggi

Supermercati, il grande inganno del sottocosto

La scritta campeggia ben visibile all’entrata del supermercato: “Sottocosto”. Passata di pomodoro a 0,49 euro, pacchi di pasta a 0,39, confezioni di tonno da quattro a 1,99 euro. Il locale è quello di una grande catena, a Roma. La promozione è simile a quelle delle aziende concorrenti in tutta Italia. Leggi

La carne che costa poco ha un prezzo altissimo per animali e lavoratori

I capannoni dove gli animali sono rinchiusi, fatti ingrassare, trattati con antibiotici per evitare che si ammalino, infine inviati alla macellazione, sono qualcosa che nessuno vuole vedere. L’indagine dell’associazione Essere animali è la più completa mai condotta in Italia. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.